Hong Kong

ESTREMO ORIENTE   /   Hong Kong
scarica il PDF di questa paginascarica il PDF di questa pagina     aggiungi questa pagina al tuo Catalogo su misuraaggiungi questa pagina al tuo Catalogo su misura         vai al tuo Catalogo su misuravai al tuo Catalogo su misura    
Condividi su:

Hong Kong è un camaleonte: il fascino di questo crocevia mondiale non si è perso, ha soltanto cambiato aspetto adattandosi ai mutamenti di un mondo cinese in costante aggiornamento e sopravvivendo alle malattie mediatiche. Le due sponde della baia non sono più i soli poli di attrazione e tutto il territorio della regione autonoma riserva nuovi
motivi di interesse, isole comprese.
I mercanti d'arte di Cat Street e Hollywood Road, sono sempre più sofisticati e nuovi grattacieli crescono ad ogni stagione per cambiare i contorni del panorama; solo i vecchi tram, pur dipinti a mano, sferragliano ancora fra De Voux Road e Wanchai.

Clima: Clima tropicale con precipitazioni periodiche.
Autunno: Ott./Nov./Dic. - Temperatura 18/22 gradi - umidità 60/80 (%)
Inverno: Gen./Feb./Mar. – Temperatura 10/20 gradi - umidità 80/95 (%)
Primavera: Apr./Mag./Giu. - Temperatura 20/28 gradi - umidità 80/90 (%)
Estate : Lug./Ago./Set. -Temperatura 25/34 gradi - umidità 80/90 (%)

Il monsone spira "cattivo" da fine agosto a settembre e le precipitazioni più notevoli sono a giugno. Il caldo maggiore fra maggio e settembre con fasi alterne di grande umidità o ben sopportabile quando dal mare giunge aria fresca.
Per il resto dell'anno la temperatura è piacevole e pari ad una calda primavera, salvo durante i primi mesi dell'anno quando a giornate tiepide e soleggiate fa riscontro una temperatura notturna da soprabito o giacca a vento.

Documentazione necessaria per l'accesso al paese

Passaporto: necessario per i viaggiatori in transito e verso Paesi limitrofi, è indispensabile che il passaporto abbia un’ulteriore validità residua di almeno sei mesi.
Viaggi all'estero di minori: la normativa sui viaggi all’estero dei minori varia in funzione delle disposizioni nazionali. Si consiglia di assumere informazioni aggiornate presso le Ambasciate o i Consolati del Paese accreditati in Italia, presso la propria Questura ed il proprio agente di viaggi.

Visto: non necessario per soggiorni turistici inferiori ai tre mesi.

Vaccinazioni obbligatorie: nessuna.

Moneta: Dollaro di Hong Kong

Formalità valutarie: nessuna.

Formalità doganali: è vietato importare più di due bottiglie di alcolici (vino, birra e superalcolici) e più di una stecca di sigarette. Per uso personale, e’ possibile importare quantita’ superiori.

Fuso orario: + 7 ore quando in Italia vige l'ora legale. A Hong Kong non si adotta l'ora legale

Lingua: cantonese e inglese. Il cinese mandarino è la lingua ufficiale insieme all’inglese.

Religione: la libertà di religione è scritta nella Basic Law della SAR di Hong Kong. La maggioranza della popolazione si richiama alla religione taoista e buddista; una minoranza significativa (circa 536.000 fedeli), si riconosce nella religione cristiana (300.000 protestanti; 236.000 cattolici). A Hong Kong vivono inoltre circa 80.000 musulmani di origine cinese, pakistana, indiana, malese ed indonesiana; nonché 15.000 indù. Sono presenti infine piccole comunità sikh ed ebraiche.

Prefisso dall’Italia: 00852.

Telefonia: rete cellulare attiva su tutto il territorio

Elettricità: La corrente elettrica è a 220 V. Le spine sono a 3 lamelle di tipo inglese.

Festività:
La maggior parte delle festività sono basate sul calendario lunare e possono quindi variare di anno in anno.
Gennaio: 01 - Primo dell'anno, 22/23/24 - Capodanno Cinese
Aprile: 05 - Ching Ming Festival, 09 - Venerdì Santo, 10 - Sabato di Pasqua, 12 - Lunedì di Pasqua
Maggio: 01 - Feste dei lavoratori, 26 - Nascita di Buddha
Giugno: 22 - Tuen Ng Festival (Dragon Boat)
Luglio: 01 - Giorno dell'istituzione della SAR (Regione ad Amministrazione Speciale di Hong Kong)
Settembre: 29 - Il giorno seguente al Festival Cinese di mezz'autunno
Ottobre: 01 - Festa Nazionale, 22 - Chung Yeung Festival
Dicembre: 25 - Natale, 27 - Primo giorno della settimana dopo il Natale

Sicurezza:
Si raccomanda di prestare attenzione in alcuni luoghi pubblici e mercati di Hong Kong densamente affollati e solitamente frequentati anche da turisti. Le zone da segnalare sono quelle di Mong Kok, Sham Shui Po, Causeway Bay ed il mercato notturno di Temple Street.

Hotel
Sempre abbastanza cari, con picchi durante i numerosi periodi di fiera, sono sempre di ottimo livello nelle sistemazioni di lusso. Attenzione quando si sceglie una categoria media, dove ci si deve aspettare una camera dalle dimensioni abbastanza piccole, spesso senza vista, ed una posizione decentrata.

Shopping
Indiscutibilmente tra le migliori destinazioni per lo shopping al mondo, offre numerosi grandi magazzini dai nomi altisonanti (Marks & Spencer e SOGO) ed altri meno famosi e spesso più convenienti (Wing On, Sincere e Lane Crawford). Per chi è alla ricerca si soluzioni non convenzionali che meglio rappresentano la cultura viva di Hong Kong, suggeriamo i seguenti mercati di strada:
- Kowloon: Ladies Market (Tung Choi Street – abbigliamento da donna), il Mercato notturno di Temple Street (Uscita A della fermata metropolitana di Jordan – abbigliamento, elettronica, valigeria e gadget in genere)

Trasporti
Le dimensioni compatte della città, la rendono un luogo ideale per spostarsi con i mezzi pubblici. Ad Hong Kong troviamo la metropolitana, gli autobus, i tram a due piani, i traghetti (che collegano Kowloon ad Hong Kong ed alle isole vicine) e perfino le cremagliere. I Taxi sono economici, possono essere fermati per la strada o trovati di fronte
agli hotel o nelle aree riservate marcate con la doppia linea gialla; tutti sono dotati di tassametro e, se richiesta, rilasciano regolare ricevuta.

Cena e dopo cena
Capitale culinaria dell’Asia, offre più di 9000 ristoranti che offrono quasi ogni tipo di cucina esistente. Tra le zone dove trovare i migliori ristoranti segnaliamo: Tsim Sha Tsui, Hung Hom, Lei Yue Mun, Sai Kung, Kowloon City, Lan Kwai Fong, Soho, Lamma Island, Stanley, Causeway Bay.
I locali più alla moda per il dopo cena sono invece concentrati nelle zone di: Central (Lan Kwai Fong e Soho), Causeway Bay (Yiu Wah Street, Sharp Road East, Sunning Road e Hoi Ping Road), Wan Chai (Lockhart Road, Luard Road e Jaffe Road) ad Hong Kong e Tsim Sha Tsui a Kowloon (Knutsford Terrace, Observatory Court, Ashley Road o Hart Avenue e
Part Avenue).

Visite
Oltre all’immancabile visita dell’isola, suggeriamo una cena al villaggio dei pescatori di Lei Yue Moon o una crociera notturna nella baia per ammirare lo spettacolo unico delle luci di Hong Kong.
Per chi ha più tempo: l’isola di Lantau, una giornata di svago a Hong Kong Disneyland, la vecchia colonia portoghese di Macao. Di particolare interesse un’escursione sull’isola di Hong Kong di circa 3 ore e mezza alla scoperta del Feng Shui che si svolge ogni martedì, giovedì e sabato.

Cenni storici:
Durante la prima guerra dell'oppio, truppe inglesi occuparono un ottimo porto naturale strategicamente importante, su un'isola alla foce del Fiume delle Perle. Al termine delle ostilità, il trattato di Nanchino ne confermò la proprietà all'impero britannico.
Eventi storici e interessi commerciali favorirono il rapido sviluppo di questo avamposto infestato da tifoni ed epidemie.
La manodopera dei profughi della rivolta dei Taiping del 1.850, un lembo di terra continentale ottenuto nel 1.860 a seguito della seconda guerra dell'oppio, la cessione dei Nuovi Territori e di un gran numero di isole confinanti in affitto per un periodo di 99 anni, portano all'attuale consistenza territoriale, mentre la popolazione odierna si avvicina ai 6
milioni.
Alla funzione iniziale di emporio e centro di imbarco dei prodotti cinesi si affiancano progressivamente industrie manifatturiere, grandi attività commerciali e finanziarie, una fiorente industria leggera di prodotti tessili, plastici ed elettronici.
Nella località più cosmopolita del mondo, le silhouette dei grattacieli vivono a fianco di un mondo contadino arcaico, il fascino artificiale di luci e negozi si alterna ad angoli di serena bellezza sia nei Nuovi Territori, che sulle isole esterne e nei quartieri più popolari di entrambe le sponde della baia.
E' storia recente (1mo luglio 1997) la restituzione di Hong Kong alla Cina da parte della Gran Bretagna e ovviamente l'inizio di una nuova era.
Per almeno 50 anni Hong Kong (S.A.R. Special Administrative Region) non cambierà l'attuale stile di vita e potrà mantenere il proprio sistema politico, economico e sociale, godendo di ampia autonomia, fatta eccezione per gli affari esteri e la difesa.
La lingua inglese continua ad essere la lingua ufficiale, così come il dollaro di Hong Kong ad essere riconosciuto internazionalmente. Nessun visto è richiesto per l'ingresso ad Hong Kong, mentre al confine con la Cina sono effettuati controlli sul movimento di persone ed è sempre necessario il visto.

Kowloon
Kowloon miscela il fascino del vecchio mondo con una moderna ed effervescente vita notturna. E’ una delle destinazioni turistiche più famose a Hong Kong grazie alla sua incredibile offerta di attrazioni, attività ed eventi.

Tsim Sha Tsui
1. Hillwood Soho, Knutsford Terrace e Knutsford Steps – luoghi di ritrovo favoriti dai residenti di Hong Kong, con una notevole collezione di bar e una selezione di ristoranti che servono il meglio della cucina asiatica.
2. Kowloon British School - gemma architettonica del 1902, venne costruita per i figli dei residenti stranieri. L’edificio ha dato un impulso unico allo stile vittoriano adattato al clima locale, con ampie verande, soffitti alti e tetti spioventi. Accanto si trova la chiesa di St. Andrew, che ha conservato una forte tradizione evangelica per oltre 100 anni.
3. Avenue of Stars e Hong Kong Cultural Centre – tra le impronte e le placche di personaggi famosi, spicca la statua bronzea di Bruce Lee proprio di fronte al bellissimo porto di Hong Kong. Lungo la stessa promenade si trovano il Cultural Centre, lo Space Museum e il Museo delle Belle Arti: qui si concentrano gli eventi culturali ed artistici più importanti e prestigiosi, vale la pena di dare un’occhiata alla programmazione mentre si è in città.
4. Waterfront Promenade - da non perdere assolutamente lo spettacolo di suoni e luci che si svolge giornalmente sulla baia alle 8 di sera. Lo spettacolo “A Symphony of Lights” dura solo 10 minuti ma è un’esplosione di suoni e luci che coinvolge entrambi i lati del Victoria Harbour.
5. Clock Tower – si staglia oggi come un romantico monumento all’età del vapore, la Torre dell’Orologio fu completata nel 1921 insieme al capolinea della ferrovia Kowloon – Canton.
6. 1881 Heritage – quest’estesa area, oggi occupata da uno centro commerciale e da una sala espositiva, fu originariamente la sede della Hong Kong Marine Police dalla fine del 1800 fino al 1996. Il tipico stile architettonico vittoriano degli edifici incarna il ricco passato coloniale della città, per questo motivo le costruzioni di quest’area sono state dichiarate monumenti nel 1994 a riprova del loro significato storico.
7. Harbour City, Canton Road e Peking Road - questa zona ospita oltre 700 negozi e ristoranti, ma è degna di nota soprattutto per lo Star Ferry, che opera tra Hong Kong Island e Kowloon dal 1898 offrendo una stupenda vista panoramica sul porto.

Ladies' Market
Con oltre 100 bancarelle di abiti, accessori e souvenir, il Ladies’ Market a Tung Choi Street si estende per circa 1 km e prende il nome dall’impressionante quantità di vestiti e accessori per donne di ogni età. Curioso e divertente per chi ama contrattare, indubbiamente caratteristico nel suo genere.

Temple Street Night Market
Quando il sole tramonta, i venditori espongono le proprie merci accompagnati da cantanti e indovini. A Temple Street il popolare bazaar si anima ogni sera creando un’atmosfera particolare, affollato di locali e turisti che curiosano tra ogni genere di merce, dagli orologi alla giada, dall’abbigliamento all’elettronica, dai gioielli ai piatti tipici della cucina cinese per un veloce spuntino in strada…

Wong Tai Sin e Kowloon City
1. Nan Lian Garden - 35 mila mq di giardini nello stile della dinastia Tang (618– 907), con strutture in legno, laghetti, pregiati alberi antichi: tutto il parco è stato artisticamente progettato a imitazione della natura. Al suo interno si segnala la Pine Teahouse, dove vengono illustrate la cultura e l’etichetta cinese legate al tè.
2. Tempio Sik Sik Yuen Wong Tai Sin - si tratta del più grande e frequentato tempio di Hong Kong e una delle ragioni della sua popolarità è la leggenda secondo la quale Wong Tai Sin può avverare ogni desiderio. Al suo ritratto si rivolgono i fedeli in preghiera, chiedendo buona sorte e portando le proprie offerte. Vi si concentrano tre religioni: taoismo, buddismo e confucianesimo. Cinque costruzioni rappresentano i 5 elementi geomantici del feng shui: il Padiglione di Bronzo (metall0), la Sala degli Archivi (legno), la Fontana (acqua), il santuario Yue Heung Shrine (fuoco) e il Muro di Terra (terra).
3. Kowloon Walled City Park - la Kowloon Walled City fu l’unica parte di Hong Kong a restare fuori dalla giurisdizione britannica, dopo che Hong Kong divenne colonia, diventando così un luogo di crimini e dissolutezza. Lo Yamen (palazzo amministrativo) è una delle pochissime costruzioni del genere in tutto il sud della Cina. Oggi il Kowloon Walled City Park è un luogo sereno, da non perdere il Giardino dello Zodiaco Cinese, il Giardino degli Scacchi, il Padiglione Kuixing, la Guibi Rock e il Giardino delle Quattro Stagioni.
4. Kowloon City food district - Una decina di strade delimitate da Prince Edward Road West, Junction Road e Carpenter Road, ospitano circa 200 ristorantini a gestione famigliare che servono cucina locale e del sudest asiatico.

Hong Kong Island
La parte settentrionale di Hong Kong Island e' diversissima da quella meridionale. È superurbana, mentre la parte meridionale è ricca di vegetazione.
Da non perdere: Central, quartiere degli affari con i grattacieli più imponenti; Peak Tram che è una funicolare che porta al panoramico Victoria Peak; Hong Kong Zoological and Botanical Gardens; il Tempio di ManMo; la Mid Levels Escalator che è la scala mobile piu' lunga del mondo; il Plum Blossoms.

Central e Sheung Wan
1. Western Market e Sheung Wan Fong - Costruito nel 1906 per ospitare gli uffici portuali, divenne un mercato fino alla chiusura avvenuta nel 1988. Due anni dopo venne dichiarato monumento, rinnovato e riaperto nel 1991. Ospita ora numerosi negozi. Nelle immediate vicinanze si trova la piazza Sheung Wan Fong.
2. Ginseng e Bird’s Nest Street, Dried Seafood Street, Wing Lok Street e Bonham Strand West –ospitano negozi specializzati in prodotti della medicina cinese tradizionale. I migliori negozi di erboristeria, con personale altamente qualificato, si trovano in Ko Shing Street. Nelle immediate vicinanze si trova Possession Street, conosciuta anche come Shui Hang Hau: qui sbarcarono i primi inglesi nel 1841 e chiamarono il luogo Possession Cape.
3. Hollywood Road (Antiques Street) e Upper Lascar Row (Cat Street) – sono le strade degli antiquari: molti i negozi di antichità e oggettistica
4. Tempio Man Mo – uno dei più antichi e visitati di Hong Kong, dedicato alle due divinità che proteggono l’ambito civile e militare della vita: il dio della letteratura Man e il dio della guerra Mo. Il tempio ospita ance la statua di Pau Kung, dio della giustizia, e Shin Wong, dio della città. Il tempio di Man Mo è stato costruito nella prima metà dell'Ottocento da un gruppo di monaci taoisti e ha subito una ristrutturazione già mezzo secolo più tardi.
5. SoHo – prende il nome dalla sua posizione “south of Hollywood Road” ed è un’area interamente occupata da negozi, bar e ristoranti alla moda, dove è possibile trovare ogni genere di cucina internazionale in un interessante fusione di est e ovest. Da Hollywood Road parte il Central–Mid-Levels Escalator, che con i suoi 800 metri è il più lungo al mondo: occorrono 20 minuti per percorrerlo tutto.
6. Lan Kwai Fong – club, bar e ristoranti si affollano in questa zona, divenuta un must per i nottambuli ma anche per chi ama osservare le persone
7. Duddell Street - la scalinata in pietra e i lampioni risalgono alla fine dell’Ottocento: si tratta delle uniche quattro lampade a gas originali esistenti a Hong Kong
8. Chater Road, Pedder Street, Des Voeux Central e Ice House Street – sono universalmente note come le “strade del lusso”, i nomi più prestigiosi della moda sono riuniti qui

Wan Chai
Di giorno quartiere degli affari e negozi ma, di notte, ricco di scatenata vita notturna. Da non perdere: l'Hong Kong Convention and Exhibition Centre, il Victoria Park, il Tempio di Tin Hau, la meravigliosa spiaggia di Repulse Bay, la Deep Water Bay e il meraviglioso Aberdeen, piccolo porto ove si possono ammirare ancora le vecchie imbarcazioni dei pescatori denominate sampan.

Shau Kei Wan
Shau Kei Wan nasce come rifugio per i pescatori sorpresi dai tifoni. Durante gli anni questo piccolo villaggio di pescatori è divenuto un importante centro di cantieri navali e ospita alcuni templi dedicati alle divinità protettrici dei pescatori come Tin Hau e Tam Kung, visitabili ancora oggi.
1. Templi Shing Wong, Tin Hau e Yuk Wong - Shing Wong risale al 1877, è divenuto molto popolare tra i residenti dagli inizi del ‘900. Tin Hau è dedicato alla dea del mare e risale al 1876: all’interno pregevole la collazione di dipinti murali ben conservati, sculture lignee e ceramiche in stile Shek Wan. Yuk Wong fu costruito a metà del 19esimo secolo da immigrati cinesi che lavoravano nelle vicine cave di pietra.
2. Hong Kong Museum of Coastal Defence - il forte di Lei Yue Mun venne costruito dagli inglesi nel 1887 a difesa di Hong Kong dalle invasioni provenienti dal mare. Ora è un’interessante mostra di reperti militari delle epoche Ming (1368–1644) e Qing (1644–1911). E’ situato sulle alture sopra lo stretto di mare ora conosciuto come Lei Yue Mun, area oggi famosa per gli ottimi ristoranti di
pesce.
3. Tempio Tam Kung
Dedicato all’unica divinità venerata solo a Hong Kong, Tam Kung, protettore dei pescatori, è un piccolo tempio che conserva l’architettura originale.

Garden Road
Punto di partenza: MTR Admiralty Station, Exit C1. Seguire le indicazioni per Hong Kong Park o per Island Shangri-La Hotel.
1. Flagstaff House (Museum of Tea Ware) - situata all’interno dell’Hong Kong Park, la bellissima Flagstaff House è il palazzo occidentale più antico ancora esistente. Costruito nel 1846, fu ufficio e residenza del comandante delle forze britanniche fino al 1978, venne quindi convertito in Museo di articoli da tè nel 1984.
2. Peak Tram - in attività dal 1888, trasporta milioni di passeggeri ed è probabilmente l'attrazione più famosa, sfruttata e ricercata di Hong Kong, nonchè il modo più rapido e particolare per raggiungere il Victoria Peak, belvedere strepitoso sulla città e la sua baia.
3. I Giardini zoologici e botanici di Hong Kong - ospitano oltre 1000 specie botaniche, così come numerose varietà di uccelli, mammiferi e rettili.
4. St John’s Cathedral - questa cattedrale è la più antica nel suo genere ancora esistente a Hong Kong: venne completata nel 1849 nello stile gotico inglese del 13esimo secolo.
5. Bank of China Tower - spettacolare struttura a prisma di 70 piani, opera del rinomato architetto cinese- americano I. M. Pei. Con l’altezza di 367,4 metri è una delle costruzioni più alte di Hong Kong. La sua forma asimmetrica è geometria pura ed è stata comparata ad una pianta di bambù. Dispone di un piano panoramico (43esimo piano): è uno dei posti più alti a cui si può accedere per vedere dall'alto Hong Kong. L'accesso è gratuito previa verifica dei documenti e controllo dei bagagli
6. HSBC Main Building - è il primo edificio di Hong Kong per dimensioni, interamente realizzato in acciaio strutturale e progettato dal famoso architetto britannico Norman Foster. E’ considerato una meraviglia della moderna architettura.

Ocean Park
L'Ocean Park di Hong Kong può essere considerato alla stregua di una immensa Euro Disney asiatica. Il parco è nato nel 1977 ma è stato ingrandito nel tempo: l'ultimo ampliamento risale al 2005, quando sono state raddoppiate le attrazioni, passando da 35 a 70. L'Ocean Park ospita al suo interno un acquario, tra i più grandi e popolati del mondo. Per gli appassionati di animali, accanto ad esso c'è lo zoo in cui, insieme a una flora tropicale e sub-tropicale, vivono specie animali in via d'estinzione. L'Ocean Park, incastonato tra la Penny’s Bay e le montagne, è suddiviso in differenti
aree tematiche che assicurano il massimo della meraviglia e del divertimento agli adulti e ai più piccoli.

Lantau
E’ l’isola più grande di Hong Kong (addirittura più grande di Hong Kong Island) ed è conosciuta per la sua natura incontaminata, colline vergini, verdi vallate, spiagge di sabbia bianca, sentieri selvaggi, monasteri e monumenti, nonché per alcune delle attrazioni più popolari del territorio.
È possibile raggiungere l’isola con i traghetti che provengono da Central District e giungono a Silvermine Bay (Mui Wo), il viaggio dura circa un'ora e vi conduce tra tanti piccoli isolotti fino a Lantau. Silvermine Bay è una piccola città con una spiaggia e tanti piccoli ristoranti, la maggior parte dei quali sono specializzati in pesce. Il terminal degli autobus si trova proprio di fronte al molo dei traghetti. La corsa non è certamente molto comoda (le strade sono strette, ripide, e con molte curve), ma si ha una vista mozzafiato sul mare e sulle montagne. Taxi (di colore blu) sono
disponibili anche su Lantau Island, ma è consigliabile avere la destinazione scritta in lettere cinesi.

Phoenix Mountain
A Lantau Island c'è una catena montuosa la cui cima più alta è Phoenix Mountain, 935 metri di altezza, seconda vetta di Hong Kong. Spesso i turisti iniziano a salire di notte, per poi raggiungere la cima prima dell'alba e ammirare il sorgere del sole.

Ngong Ping 360
Fin dalla sua apertura nel 2006 la funivia Ngong Ping 360 offre ai visitatori di Lantau Island un modo diverso e spettacolare per arrivare al Big Buddha. È possibile, spendendo un po’ in più, viaggiare con delle Cabin Crystal, in cui anche il pavimento è in vetro. Il percorso lungo 5,7 km dura circa 25 minuti e offre una meravigliosa vista dell’aeroporto di Hong Kong, di Tung Chung Bay e delle distese verdi di Lantau Island. La funivia porta fino al Ngong Ping Village, che comprende tre principali attrazioni turistiche: Walking with Buddha, il Monkey's Tale Theatre e la
Ngong Ping Tea House, insieme a una vasta gamma di ristoranti e negozi.

Po Lin Monastery
Situato a 450 metri di altitudine sull'altopiano di Ngong Ping, il monastero fu costruito da tre maestri zen circa 100 anni fa e inaugurato nel 1970. Ospita tre grandi statue dorate del Buddha, ma l'attrazione principale di Po Lin è la gigantesca statua di Buddha alta 34 m, raggiungibile tramite una scalinata di 268 scalini e con una splendida vista di Lantau, delle piccole isole che la circondano, e del Mar Cinese Meridionale. Al Ngong Ping Plateau si trova anche l’unica piantagione di tè nel territorio di Hong Kong. A pochi passi di distanza il Wisdom Path (il Sentiero della Sapienza) reca un’antica preghiera incisa su una serie di colonne in legno.

Tai O e Tung Chung
Sull’isola ci sono 47 villaggi, tra questi lo storico villaggio di pescatori di Tai O è il più grande insediamento e qui, ancora oggi, la popolazione tanka vive nelle tipiche case su palafitte. Dal 1970 Tai O ha iniziato ad attrarre visitatori per le vacanze, trasformandosi nella prospera città odierna. Per raggiungere il villaggio si può utilizzare l’autobus che parte dal Po Lin Monastery o dal Mui Wo Ferry Pier.
Tung Chung si è evoluto da villaggio di pescatori in una New Town anche grazie alla decisione del governo, nel 1998, di trasferire l'aeroporto di Hong Kong Chek Lap Kok al largo della costa settentrionale di Lantau Island. Tung Chung è in gran parte costruito su terreni bonificati ed è stato originariamente concepito come una zona residenziale per i lavoratori aeroportuali, ma con lo sviluppo della funivia Ngong Ping 360 e altre attrazioni turistiche, Tung Chung è meglio conosciuta come la porta d'ingresso dei turisti sull'isola di Lantau.

Hong Kong Disneyland
L'isola ospita anche Hong Kong Disneyland, che offre alle famiglie la possibilità di intraprendere un viaggio magico in quattro terre a tema: Main Street U.S.A., Fantasyland, Adventureland e Tomorrowland; non è presente (almeno per il momento) l'area Frontierland, dato che in Cina è assente il concetto di Far west su cui dovrebbe essere basata. Disney ha cercato di evitare problemi di origine culturale integrando principi cinesi, come il feng shui nella realizzazione del complesso.