Oman

PENISOLA ARABICA   /   Oman   /   TOUR
scarica il PDF di questa paginascarica il PDF di questa pagina     aggiungi questa pagina al tuo Catalogo su misuraaggiungi questa pagina al tuo Catalogo su misura         vai al tuo Catalogo su misuravai al tuo Catalogo su misura    
Condividi su:

OMAN DELUXE IN FUORISTRADA - Da EUR 3.540,00 a persona in doppia

 

Muscat

9 Giorni / 8 Notti - Giornaliero con guida/autista in inglese (BAH)

Itinerario: Muscat, Nizwa, Jabel Akdhar, Bahla, Jabrin, Jebel Shams, Wahiba Sanbs, Wadi Bani Khalid, Ras al Hadd, Quriyat

OMAN DELUXE IN FUORISTRADA

9 Giorni / 8 Notti - Giornaliero con guida/autista in inglese o in italiano con supplemento (N.B. Nei periodi estivi la maggior parte dei campi a Wahiba Sands rimane chiuso)

Itinerario: Muscat, Nizwa, Jabel Akhdar, Bahla, Jabrin, Jebel Shams, Wahiba Sanbs, Wadi Bani Khalid, Ras al Hadd, Quriyat

Classificazione:
- TOUR INDIVIDUALI

Partenze: giornaliero

Durata 9 giorni / 8 notti
Lingua Inglese
Pasti 8 colazioni (B), 2 cene (D)
Voli Non inclusi
Effettuazione Giornaliero

Hotel utilizzati:
Muscat: The Chedi (Camera Serai con Queen bed)
Jabel Akhdar: Alila (Camera Mountain View)
Wahiba Sands: Desert Night Camp (Deluxe Suite)
Ras Al Hadd : Turtle Beach Resort (Camera Royal Hamoor)


La quota comprende:
Hotel con prima colazione
Pasti come da programma
Trasferimenti da/per l’aeroporto di Muscat con assistenza
Visite a Muscat con auto privata e guida locale parlante inglese
Viste dal 3° al 8° Giorno con fuoristrada
Guida / autista (1 sola persona) parlante inglese dal 2° al 8° Giorno

La quota non comprende:
Pasti e bevande non incluse nel programma
Mance ad autisti e guide ed extra personali
Voli intercontinentali e tasse aeroportuali
Spese di iscrizione ed Assicurazione
Visto Oman online
Tutto quanto non espressamente menzionato alla voce “la quota comprende”

Note: La maggior parte dei Musei in Oman rimangono chiusi il giovedì, venerdì e durante le festività. Alcuni forti potrebbero risultare chiusi per manutenzione.


1° Giorno - Muscat

Arrivo all’aeroporto di Seeb e trasferimento in hotel.
Muscat si estende ai piedi del Jebel Hajar, sul Golfo dell’Oman. È una delle capitali più piccole del mondo con i suoi 3 kmq. L’urbanistica è conforme alle tradizioni dell’architettura araba: nessun edificio più alto della torre del Muezzin, nessun tetto inclinato, color sabbia e bianco come colori predominanti nelle costruzioni. La capitale rispecchia la doppia anima dell’Oman. La città vecchia di Muscat circondata da mura e un tempo vietata agli stranieri ospita musei, due forti (Mirani e Jalani) e il palazzo del Sultano. La parte moderna di Muscat, invece, è divisa in distretti, ognuno dei quali consacrato ad una attività diversa.


2° Giorno - Muscat (B)

Prima colazione e mattinata dedicata alle visite di Muscat.
Situata in un porto naturale (letteralmente il suo nome significa “ancorata”), offre svariati argomenti di attrazione che combinano moderno ed antiche culture locali.
Prima sosta al Museo di Storia Naturale che ospita numerose testimonianze di flora e fauna locale inclusi reperti di fossili giganti.
Visita alla Grande Moschea (aperta tutti i giorni escluso il venerdì dalle ore 08.00 alle ore 11.00 - si raccomanda un abbigliamento consono: le donne dovranno coprire il capo con una sciarpa e dovranno avere le spalle coperte).
Sosta fotografica a Palazzo di Al Alam (il palazzo di Sua Maestà) ed alle due fortezze di origine portoghese di Mirani e Jalali che ancora oggi proteggono il Palazzo, per quindi proseguire fino al bellissimo Muttrah Souq dove, accompagnati dai profumi delle spezie e degli incensi, sarà possibile acquistare numerosi caratteristici oggetti.
Pomeriggio libero.


3° Giorno - Muscat – Nizwa – Bhala – Jabrin – Nizwa - Jabel Akdhar (B)

Intera giornata di escursione a Nizwa, Bahla e Jabrin (prevista l'assistenza di autista/guida - 1 pesona - per le visite).
Si parte via Fanja, con sosta fotografica ad un antico villaggio, per quindi giungere all'Oasi du Birkat Al Mouz, ricca di piantagioni di banane e palme da dattero; sarà anche curioso ammirare l'ingegnoso sistema falaj che permetteva un tempo di irrigare le piantagioni.
- Nizwa; culla della cultura islamica del paese ospita il famoso Forte dalla torre rotonda costruito nel XVII sec. ed il souk che, nonostante sia stato recentemente ristrutturato, mantiene inalterato il suo antico fascino. Nizwa è rinomata per i suoi pugnali d’argento, i Khanjars, finemente ed elegantemente decorati e per il mercato del bestiame che si svolge nella giornata di venerdì e che raggruppa numerose persone provenienti dai paesi vicini.
Si prosegue quindi per Bahla e Jabrin:
- Bahla, una deliziosa cittadina che ha mantenuto le sue caratteristiche tradizionali. La città era circondata da circa 12 Km di possenti mura, in gran parte ancora visibili, con sette principali porte di ingresso a protezione dagli invasori. Bahla è famosa per le sue ceramiche ed è da sempre stata descritta come una città magica. Fin dall’antichità era riconosciuta per la presenza di maghi e come centro di magia. Al centro del vecchio souk i venditori legano ancora oggi il loro bestiame ad un vecchio albero. La leggenda racconta che quest’albero era utilizzato da spiriti (jinn), alcuni di questi malvagi; gli abitanti di Bahla, essendo spaventati dalla possibilità che gli spiriti volando via si portassero con loro l’albero, optarono definitivamente di vincolare l’albero con delle catene.
- Il Forte Jabrin, il più bello di tutto il paese, originario del XVII sec. e culla della cultura locale. Al suo interno si possono ammirare magnifici dipinti e legni finemente intagliati. Il forte sorge in posizione isolata in quanto il villaggio che originariamente lo circondava è stato ora spostato e ricostruito nelle vicinanze.
Proseguimento alla volta di Jabel Akdhar per la sistemazione in hotel ed il pernottamento.


4° Giorno - Jabel Akdhar - Al Hamrah - Jabal Shams – Jabel Akhdar (B)

Si parte alla volta della antica città di Al Hamrah; si visita subito il villaggio di montagna Misfat Al Abryeen per quindi proseguire alla volta di Jabal Shams, il Monte Sole che con i suoi 3000 metri è la vetta più alta del paese e da dove gli ospiti possono vedere il "Grand Canyon" Omanita. Un paesaggio davvero mozzafiato !
Rientro Jabel Akdhar con tempo a disposizione.
Pernottamento.


5° Giorno - Jabel Akdhar (B)

Giornata dedicata ad esplorare la zona di Jabel Akdhar.

Il cuore dell’Oman è ornato dalle spettacolari montagne del massiccio Hajar, circondate da valli, oasi e villaggi che precedono la vasta distesa desertica di Rub Al Khali. I giardini di rose di Jabal al Akhdar — la Montagna Verde — sono un panorama che vale la pena ammirare almeno una volta nella vita: centinaia di cespugli di rose in fiore si susseguono fino alle gole della montagna. Le rose sono alla base di molti dei profumi e delle essenze fabbricati in Oman, Riviera d’Oriente dell’Oceano Indiano.

Situato a oltre 2.000 m sul livello del mare, è un luogo unico in tutta la Penisola Arabica: qui, il fresco clima montano permette la coltivazione a terrazza di frutta e fiori lungo i fianchi delle montagne. Durante le due settimane della stagione della fioritura (marzo/aprile) l’aria a Jebel Akhdar è ebbra del profumo delle rose, che tradizionalmente vengono utilizzate dagli abitanti dei villaggi per la distillazione domestica della famosa attar – l’acqua di rose omanita.

Per esplorare il Jebel Akhdar e il plateau di Sayq è consigliato munirsi di scarpe da trekking ed un abbigliamento pratico: i wadi e le terrazze del massiccio Hajar si annidano sulle montagne assieme a caratteristici villaggi. Uno di questi, Al-Ayn, durante la stagione della fioritura delle rose emana un inebriante profumo vista la produzione dell’attar tipica della zona. Caratteristico il procedimento per ottenerla: i petali di rose vengono messi in una ciotola di argilla chiamata borma che contiene al suo interno un piccolo recipiente di metallo. Un altro recipiente di metallo pieno di acqua fredda copre l’apertura del bormache, una volta messo sul fuoco, grazie alla produzione di vapore, condensa nel recipiente più piccolo il distillato di acqua di rose. Molto utilizzata nella cucina omanita; l’attar è usata per tradizione, dopo un pasto, per aspergere gli ospiti, per onorare il pasto.

Rientro in hotel e pernottamento.


6° Giorno - Jabel Akhdar – Sinaw - Ibra - Wahiba Sands (B, D)

Si parte via Ibra, con sosta fotografica ad antichi villaggi locali, per quindi giungere nella parte orientale dei Monti Hajar e fino al mare di sabbia ondulata dal color rosso e bianco del deserto di Wahiba.
Il vento modella e muove giornalmente le dune, che possono anche raggiungere i 200 metri di altezza, rendendo il panorama in continuo cambiamento; allacciatevi le cinture e preparatevi ad un emozionante tragitto in fuoristrada su e giù per le dune.
Possibilità di prevedere una sosta in un campo beduino.
Cena e pernottamento.


7° Giorno - Wahiba Sands – Wadi Bani Khalid – Ras Al Hadd (B, D)

Dopo aver provato l'esperienza nelle sabbie del deserto, il tour prosegue in una delle più belle oasi della nazione, il Wadi Bani Khalid. Si tratta di un’oasi lussureggiante che sorge in una valle di palme da datteri dove forma una piscina circondate da ripide scogliere. Qui potrete fare una nuotata rilassante nella piscina naturale dell'oasi.
Nel pomeriggio trasferimento a Ras Al Hadd e sistemazione in hotel.
In serata ci si trasferisce verso la famosa spiaggia delle tartarughe. Possibilità di osservare le tartarughe che raggiungono queste spiagge per deporre le uova: la stagione migliore va da luglio a settembre, ma capita che anche in altri periodi dell’anno le tartarughe, anche se in numero più ridotto, arrivino su queste spiagge. L’avvistamento delle tartarughe naturalmente non può essere garantito in nessuna stagione.


8° Giorno - Ras Al Hadd – Sur – Wadi Shaab – Quriyat – Muscat (B)

Proseguimento verso Sur, cittadina che ha sempre ricoperto un importante ruolo nella storia dell’Oman quale punto di transito dei commerci con India ed Africa orientale.
La cittadina è inoltre rinomato porto in cui vengono costruiti i tipici dhow ed è famosa per il Sunaysilah Fort.
Si prosegue oltre, fino alla spiaggia di Wadi Shaab, per qualche bagno nelle acque amanite.
Ultima sosta al villaggio dei pescatori di Quriyat prima di giungere a Muscat.
Sistemazione in Hotel e pernottamento.


9° Giorno - Muscat (B)

Trasferimento in aeroporto per la partenza.