Fiji

AUSTRALIA E PACIFICO   /   Fiji
scarica il PDF di questa paginascarica il PDF di questa pagina     aggiungi questa pagina al tuo Catalogo su misuraaggiungi questa pagina al tuo Catalogo su misura         vai al tuo Catalogo su misuravai al tuo Catalogo su misura    
Condividi su:

Situate nel mezzo del Pacifico, le oltre 330 isole che compongono le Fiji, la maggior parte delle quali disabitate, si stendono sul 18mo meridiano. Le due più grandi, Viti Levu e Vanua Levu, costituiscono l’85% della superficie di terra di origine vulcanica; le isole più piccole sono formate di corallo e spesso sono prive di acqua.
Molte isole sono circondate dalla barriera corallina che offre spettacolari scenari sottomarini, spesso a soli 10 metri dalla spiaggia. Chi ha tempo di visitare le isole a nord troverà degli scenari dal verde lussureggiante e selvaggio denso di cascate.

Capitale
Nadi

Clima
Gode di un clima tropicale caldo durante tutto l’anno; i mesi estivi vanno da novembre ad aprile con temperature medie di 26°C, con precipitazioni frequenti; quelli invernali da maggio ad ottobre registrano temperature di circa 24°C con serate che possono risultare fresche tra giugno e settembre.
Una leggera brezza soffia solitamente dalla sera fino al mattino presto.

Abbigliamento
Assolutamente informale e fresco. Consigliato un leggero giubbotto durante le serate invernali e per gli spostamenti in barca. Creme protettive e cappelli sono sempre consigliati come anche scarpette di gomma per evitare spiacevoli abrasioni provocate dal corallo.

Documenti e vaccinazioni
Passaporto valido per almeno 6 mesi dalla data di partenza dalle Fiji.

I cittadini dei seguenti stati non hanno necessità di ottenere il visto per l'ingresso alle Fiji (aggiornamento al 08/03/2016):
Antigua & Barbuda - Argentina - Australia - Austria - The Bahamas - Bangladesh - Barbados - Belgium - Belize - Bermuda - Botswana - Brazil - Brunei Darussalam - Bulgaria - Canada - Chile - China - Columbia - Cook Islands [NZ passport holder] - Cyprus - Czech Republic - Denmark - Commonwealth Dominica - Estonia - The federal Republic of Germany - The federated States of Micronesia - Finland - France - The Gambia - Ghana - Greece - Grenada - Guyana - Holy See (Vatican) - Hong Kong [SAR] - Hungary - Iceland - India - Indonesia - Israel - Italy - Jamaica - Japan - Kenya - Kiribati - Latvia - Liechtenstein - Lesotho - Luxemburg - Macau - Malawi - Malaysia - Maldives - Malta - Mauritius - Mexico - Moldova - Monaco - Nauru - The Netherlands - New Zealand - Nigeria - Norway - Palau - Papua New Guinea - Paraguay - Peru - The Philippines - Poland - Portugal - Republic of Ireland - Republic of the Marshall Islands - Romania - Russia - Samoa - Serbia - Slovak Republic - St Kitts & Nevis - St Lucia - St Vincent & The Grenadines - Seychelles - Sierra Leone - Singapore - Slovenia - Solomon Islands - South Africa - South Korea - Spain - Swaziland - Sweden - Switzerland - Taiwan - Tanzania - Thailand - Tonga - Trinidad & Tobago - Tunisia - Turkey - Tuvalu - Uganda - United Arab Emirates - Ukraine - United Kingdom of Great Britain and Northern Ireland - United States of America - Uruguay - Vanuatu - Venezuela - Zambia - Zimbabwe

Per maggiori informazione, preghiamo consultare i seguenti indirizzi:
http://www.immigration.gov.fj/travel-options/visit-transit-in-fiji
http://www.immigration.gov.fj/travel-requirements/visa-exempted-countries

Medicinali
Nessuna segnalazione particolare. L’acqua nelle città e presso i resort è potabile. Ospedali e cliniche sono disponibili nelle principali cittadine.

Restrizioni doganali
Nessuna segnalazione particolare

Monete e mance
La valuta nazionale e' il Dollaro Fijano (F$ o FDJ) e corrisponde al valore di circa 0.42 centesimi di euro. Fiji e' stata una colonia inglese per moltissimo tempo ed il dollaro fijiano e' molto simile alla sterlina inglese, tuttora su tutte le monete e' rappresentata la Regina Elisabetta.

Il Dollaro Fijiano e' diviso in banconote da:
F$ 100,00 - F$ 50,00 - F$ 20,00 - F$ 10,00 - F$ 5,00 - F$ 2,00
E in monete da:
F$ 1,00 - F$ 0,50 - F$ 0,20 - F$ 0,10 - F$ 0,05

L’unica moneta dal colore dorato e’ F$ 1,00 e prende il nome di saqamoli (si legge sangamoli).
Ci sono numerose banche (ANZ-The Australia and New Zealand Banking Group, BSP - Bank of South Pacific, Westpac Banking Corporation e Bank of Baroda) ed uffici di cambio lungo tutto il territorio. Tutte le maggiori carte di credito (Visa, Mastercard, Diners Club, American Express) sono accettate in negozi, ristoranti e hotel.
Nell' Aprile del 2009 il dollaro Fijiano fu' svalutato del 20% dal Governo nel tentativo di attirare maggiori turisti dopo i tumultuosi scontri politici dovuti al coplo di stato.

Fuso orario
+ 12 ore (+ 11 ore quando è in vigore l’ora solare).

Elettricità
110 o 220 Volt / 60Hz

Lingua
Il Fiji, l’hindu ed il cinese sono largamente diffusi, nonostante la maggior parte della gente parli anche l’inglese

Tasse aeroportuali
Già incluse nel biglietto aereo

Popolazione
La popolazione è multiraziale e comprende un numero pari a 837.271 abitanti (censimento del 2007), tra cui Fijiani, Indiani, Cinesi ed Europei.
Il 57% della popolazione è Fijiana, il 40% Indiana ed il restante 3% mista e comprende Cinesi, Europei ed altre provenienze. Circa l’ 80% della terra è ancora regolata da leggi tribali e non puo’ essere venduta.

Essendo un paese multiraziale e multiculturale, a Fiji sono presenti le maggiori religioni di tutto il mondo. Si trovano infatti Chiese Cristiane, Moschee Musulmane, Templi Sikh ed Hindu sia nelle città che nelle campagne. La maggior parte della popolazione Fijiana è Cristiana Metodista.

Circa l' 80% della popolazione vive sulle due isole maggiori, Viti Levu e Vanua Levu (dal Fijiano, Grande Fiji e Piccola Fiji), di cui circa il 50% vive ancora nelle campagne ed in villaggi remoti collegati tra loro solo da piccole stradine sterrate, mentre il rimanente 30% vive in centri urbani o città.

Cultura
Le isole Fiji sono un arcipelago ricchissimo di cultura e questo è dovuto non solo dalla multirazzialità della popolazione, ma sopratutto dalla natura tribale del popolo nativo. Ancora oggi alle Fiji si celebrano riti, cerimonie e si usano tradizionali costumi Fijiani tramandati da padre in figlio dagli albori ad oggi. Cerimonie come il Sevusevu (cerimonia della Kava) o danze come il Meke o il Bula si possono trovare in qualsiasi villaggio Fijiano.

L' unione con la tradizione Indiana ha arricchito la cultura di questo paese fondendo la saggezza, i colori ed i sapori dell' India con la tribalita' del Sud Pacifico.

Non dovrete affatto stupirvi se nel mezzo di una calda e afosa giornata troverete alcune persone riunite intorno ad un "Tanoa" (bacinella di legno) piena di Kava a sorseggiare la tradizionale bevanda come fosse the, mentre il mondo corre loro attorno. "Fiji Time" vi risponderebbero! Non c'è alcuna fretta, le cose si mettono a posto se gli dei lo vorranno.

Anche dal punto di vista delle religioni, le Fiji sono un arcobaleno di credenze. Il Cristianesimo, Cattolico o Metodista, convive senza problemi con Musulmani, Hindu e Hare Krishna come se non ci fosse diversità ed ogni distinzione di credo fosse una cosa assolutamente naturale. A prova di questo, troverete nel calendario Fijiano diverse festività celebrate da tutti, come il Compleanno del Profeta Maometto, il Diwali od il Natale Cristiano.

La musica di questo incredibile paese è viva come lo è il mare che lo circonda. La musica Fijiana come quella Indiana sono ricche di motivi amorosi e canti patriottici che sottolineano l'attaccamento di queste popolazioni alle loro radici e tradizioni.

Per noi Italiani diventa quasi incomprensibile pensare che la tribalità della vita Fijiana possa ancora oggi convivere con un governo ma è tutto vero. I villaggi Fijiani e le province locali sono ancora oggi "regolate" dai capi villaggio che, non solo si assicurano che tutto vada per il meglio, ma anche che le risorse del villaggio stesso vengano distribuite a tutti gli abitanti basandosi su un sistema piramidale in base al ligniaggio di ciascun componente del Clan (Mataqali). I capi villaggio sono ancora persone influenti anche a livello politico e sociale. Se si vuole visitare un villaggio senza seguire una gita organizzata è consigliato portare della kava in dono per ammiccarsi il capo ed essere ben accetti e festeggiati.

Tutto questo, unito alla disarmante bellezza del luogo e la innata cordialità della popolazione, fà delle Fiji il vero e proprio paradiso che, almeno una volta nella vita, bisognerebbe vedere.

Potremmo parlare per ore delle varie singole tradizioni delle Fiji ma preferiamo lasciarvi la sorpresa di scoprire tutta la bellezza di queste isole meravigliose.

Consigli utili

* Se venite in vacanza direttamente dall' Italia (e non state facendo un giro del mondo) non riempite troppo la vostra valigia, la maggior parte delle persone usa meno del 50% delle cose che si è portato dietro e, se dovete fare diversi spostamenti via mare, è sempre meglio viaggiare leggeri e con il minimo indispensabile.

* Alle Fiji lo "stile" nell' abbigliamento non viene considerato come una priorità, maglietta e pantaloncini saranno all' ordine del giorno. Un abito elegante, ma non troppo, potrebbe esservi utile per una cena al ristorante o per una serata in un locale, mentre un abbigliamento casual, ma non rivelatorio o fuori luogo, vi sarà sicuramente d' aiuto durante una visita ad un villaggio Fijiano.

* Alle Fiji vige il “Bula Dress Code” cioè un abbigliamento casual ed informale con vestiti freschi e leggeri. Avrete sicuramente l’occasione di vestire abiti eleganti durante serate particolari organizzate al vostro hotel, ma al di fuori degli alberghi vi consigliamo di non portare gioielli vistosi.

* Costumi da bagno sono accettati solo in spiaggia od all’ interno di strutture turistiche assolutamente non in città o durante visite ai villaggi.

* Prendere il sole in topless o fare il bagno nudi sono considerati veri e propri atti osceni e sono quindi fortemente sconsigliati. Ricordatevi sempre che i Fijiani sono un popolo ancora molto attaccato alle tradizioni ed è quindi segno di rispetto mantenere sempre un atteggiamento decoroso.

* Portatevi sempre dei soldi contanti in valuta locale ma non troppi. In diverse località e negozietti delle Fiji la carta di credito non è accettata o il sistema avrà dei problemi, purtroppo capita spesso.

* Cambiate i vostri soldi in Banca! Come in tutto il mondo avrete un cambio migliore in banca che nei vari banchetti di cambio che potrete trovare in giro o negli hotel. La maggior parte delle banche è aperta dal Lunedì al Venerdì dalle 9:30 alle 15:00, mentre ANZ Bank all'aeroporto internazionale di Nadi è aperta 7 giorni su 7.

* Se state facendo degli acquisti in un negozietto o ad un mercatino, contrattate! Gran parte dei negozietti sono gestiti da Indiani che per antonomasia sono dei grandi affaristi. Sicuramente vi proporranno un "prezzo da turista" che potrete contrattare e nella gran parte dei casi ottenere un buon 20% di sconto dal prezzo iniziale. Questo si applica anche sulle isole o nei mercatini tradizionali Fijiani.

* Ai lati della via principale di Nadi, la Queens Rd, si trovano moltissimi negozi dove è possibile acquistare oggetti d' arte ed artigianato locale, le mitiche Bula Shirt e i coloratissimi sulu (parei). Passeggiare per questa via può risultare comunque piuttosto noioso a causa degli "acchiappaclienti" che la popolano durante il giorno. Ad ogni passo verrete invitati ad entrare in un negozio ad acquistare qualcosa, il nostro consiglio è di non dare troppa corda a questi "simpatici rompiscatole", magari con la scusa che avete già fatto i vostri acquisti altrove e state semplicemente curiosando. Questo vi potrà capitare sia a Nadi che in altre città.

* Dovete muovervi con un Taxi? Assicuratevi che abbia la licenza! I taxi di solito hanno la tipica scritta sul tetto "TAXI" ed hanno la targa gialla. Non prendete i minivan o i "carrier". Sicuramente avranno prezzi piu' bassi ma non offrono nessuna assicurazione, guidano troppo veloce e sono una delle maggiori cause di incidenti stradali.

* Lo stesso consiglio vale anche per le barche. Non prendete barche che non abbiano una regolare licenza turistica. Molte barche di pescatori rimangono spesso bloccate in mezzo al mare, non hanno radio o apparecchiature satellitari, quindi immaginate a quanti problemi potreste andare incontro.

* Non bevete acqua direttamente dal rubinetto sia in hotel che in giro. L' acqua del rubinetto è potabile ma non è buona e potreste non sentirvi bene. È sempre consigliato bere l' acqua dalle bottiglie sigillate.

Se visitate un Villaggio:

* Non si può entrare in una casa (Bure) se non invitati e, se si è invitati, è cortesia togliere le scarpe, abbassare il tono della voce ed è normale sedersi a gambe incrociate sul pavimento. È offensivo tenere le gambe distese di fronte a se.

* Se non si va' nel villaggio con una gita organizzata è consuetudine portare in regalo la kava (yaqona) al capo villaggio, che si berrà poi insieme. Bevetela anche se qualcuno vi ha consigliato di non farlo è semplicemente un estratto di radice della pianta della kava che viene sciolto nell’acqua ed è un importante cerimonia. Non bere la kava è una mancanza di rispetto. Se non volete una tazza piena, chiedetela "Half Tide" (mezza marea) o "Full Tide" se invece ne volete una piena.

* Non è permesso portare cappelli all’interno del villaggio perché viene considerato un insulto al capo villaggio, che ancora oggi ricopre il ruolo di vero e proprio re.