Myanmar

SUD EST ASIATICO   /   Myanmar
Il Myanmar (o come chiamato ancora da molti, la Birmania) è un paese dall’atmosfera unica e soprannaturale, vista la sua unione di sacro e profano. Un viaggio in questo luogo è un’esperienza speciale.

Luoghi sacri e filosofia buddista


Conosciuto come “il Paese delle Mille Pagode”, il Myanmar è un Paese ricco di tradizioni, con una cultura millenaria, ricco di templi buddisti antichi e moderni nei quali si respira un’atmosfera magica e ci si immerge nell’essenza della cultura e della filosofia buddiste. Alcuni di questi - come la Shwedagon Pagoda di Yangon, l’Ananda Pahto, il Shwegugyi Pahto e la Shwezigon Pagoda di Bagan, la Shwemawdaw Pagoda di Bago - sono imponenti capolavori architettonici costruiti tra l’800 e il 1100 d.C. con grande uso di materiali pregiati come l’oro e le pietre preziose. L’atmosfera che regna all’interno di questi templi è magica; monaci e fedeli si incontrano quotidianamente per pregare, fare offerte al Buddha e ai numerosi spiriti (NAT) importanti nella vita di ogni uomo e donna birmana. I templi sono anche luoghi per riposare, per parlare, incontrarsi, meditare; sono il fulcro, l’essenza della filosofia di vita in Birmania.

Un paese dalla storia straordinaria


Myanmar è il nome imposto dalla giunta militare dopo il colpo di Stato del 1988 perché più “etnicamente neutro”, molti la chiamano Birmania (in inglese Burma) dal nome dell’etnia maggioritaria dei Bamar. Il 27 marzo 2006, la giunta militare ha spostato la capitale da Yangon a Pyinmana, che è stata ufficialmente rinominata Naypyidaw, cioè "sede dei re".